Archive for ottobre 2008

La via dei ciclamini (quella vera)

lunedì 27 ottobre 2008

E’ l’ennesimo scoop Gonfius Investigation.

Via dei ciclamini e le storie tese

domenica 26 ottobre 2008

Dopo tanta attesa finalmente è arrivato!

E’ un altro scoop “Gonfius Investigation”

Bere acqua fa Figo

lunedì 13 ottobre 2008

Lorenzo Pilat lo sapeva da anni:

Bira
mi no bevo più bira
mi no bevo più bira
mi no bevopiù bira
parché bira me fa mal. (me fa mal me fa mal)
Bira
mi no bevo più bira
mi no bevo più bira
mi no bevo più bira
parché bira me fa mal.
Yo tiengo una cavalla che cammina zelante
Yo tiengo una cavalla che cammina zelante
Yo tiengo una cavalla che cammina zelante
che cammina col cul.
Bira
mi no bevo più bira
mi no bevo più bira
mi no bevo più bira
parché bira me fa mal.

La cavala zelante

Pleskavica

venerdì 10 ottobre 2008

Questa notte ho sognato che io e il Pres 3U stavamo discutendo di Brunetta con un nano calvo con una camicia arancione.

Alla fine il nano mi ha dato una sberla.

Che incubo: Brunetta, 3U e il nano. Ma quale dei tre è l’incubo peggiore?

Per cena ho mangiato pleskavica.

La babazza de Medeazza

domenica 5 ottobre 2008

Inizialmente si pensava fosse solo un mito, una leggenda nata per spaventare i bambini nelle notti di tempesta.

Ma solo per voi cari soci, dopo un attento e approfondito lavoro di studio e ricerca sul campo, un selezionatissimo manipolo Gonfius è venuto a capo del mistero.

Un ruolo importante l’hanno avuto i potenti mezzi a disposizione della squadriglia per l’occasione, grazie ai quali è stato possibile impostare tutto un meccanismo complicatissimo di appostamenti e sorvegliamenti che qua è inutile spiegare. Inoltre si è reso necessario anche l’apporto finanziario del socio Il Meteora, che ha dovuto “oliare” non poco gli abitanti del luogo al fine di strappare loro qualche indiscrezione sulla famigerata “Babazza de Medeazza”.

Ma che qualcosa non stesse andando per il verso giusto lo si è capito fin da subito e da diversi indizi:

1) il guidatore del pulmann navetta per Medeazza non era un vero guidatore di pulmann ma un finto guidatore di pulmann.

2) Mentre stavamo per entrare nella prima osmizza una delle inservienti del luogo ha detto: “Prosim Peter, odpri contador” e questo vorrà pur dire qualcosa, no?

3) Il vassoio di affettati è stato presentato come “da sei” ma non era certamente da sei, tanto che abbiamo dovuto agevolarne un secondo.

4) Al chiosco della birra è stato trovato un bossolo di proiettile.

Ma della Babazza de Medeazza nessuna trazza.

Per fortuna, a un certo punto, la signora delle grappe ha vuotato il sacco, con un significativo messaggio in codice: “In tutto sono 16 euro”. Il resto l’hanno fatto le castagne e ribolla ma soprattutto le uova sode al terrano, di fronte alle quali anche i più scettici hanno dovuto ricredersi.

Infatti, proprio mentre pensavamo che la nostra utopia di mondo fosse finita, ecco che da dietro una bujazza di cavallo non ti compare  nientepopodimeno che la Babazza de Medeazza in persona sè medesima, della quale siamo riusciti a scattare questa rarissima e preziosissima riproduzione fotografica.

Insomma, cari soci, a volte anche le leggende si avverano.

Toccata e figa

venerdì 3 ottobre 2008

Magari è vecchia, ma me l’ha mandata il socio ‘mmericano e sapete come va, oltre Oceano le cose arrivano dopo.

Comunque…

Medeazza oll nait long

venerdì 3 ottobre 2008

Cito testualmente le parole del socio Meteora riguardo il suo passaggio alla maggiore età: “A questo proposito colgo lo spunto del RAGAZZO per trovarci e brindare sabato per pranzo alla sagra di Medeazza, e oll nait long”.

Non c’è bisogno di aggiungere molto, la presenza è d’obbligo. Da non perdere il concerto di Bandomat e Rock Partyzani.

Ah si, tanti auguri!

Porca vacca!

giovedì 2 ottobre 2008

Non si può più fare niente a questo mondo:

  • Non si possono inseguire i bambini vestiti da mucca.
  • Non si può pisciare nel giardino dei vicini.
  • Non si può bloccare il traffico.
  • Non si può puzzare d’alcool.
  • Non si può alzare la voce ed insultare i poliziotti.

Ma l’America non era il paese delle libertà? A quanto pare no, a provarlo c’è pure il verbale di arresto.

Sasso, Panta & Zino: inizia la scuola !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

mercoledì 1 ottobre 2008

 

 

   Ritorna il più spassoso ed impegnativo dei laboratori: Clown & Clowns apre le iscrizioni all’edizione 2008 del (per)Corso di Clown.

 

   Quindici – ma solo quindici- scriteriati, scelti fra le sempre numerosissime domande di iscrizione e desiderosi di far scompisciare  il prossimo dalle risate, avranno la possibilità di esercitarsi nelle più pazzesche discipline con l’unico obiettivo di diventare implacabili macchine generatrici di incontenibile ilarità, animali da gag amati dai bambini e detestati da quelli che “non si divertono mai neanche quando ridono”.

 

    Ottobre, novembre e dicembre a base di ceffoni, urli, salti, dispetti, per due volte la settimana alle 21, capriole, torte in faccia, nasi rossi e vestiti strambi, il tutto sotto la guida del solito Fabrizio Bonora, che nonostante il raggiunto mezzo secolo di età seguita imperterrito a far sbellicare il prossimo nei teatri come nei luoghi più inusuali.

 

   Chi di voi ha il fegato di mettersi il naso rosso che tiene nascosto da qualche parte? La gloria può attendere, l’allegria no. Si comincia martedì 7 ottobre nella sede di casa LEA, a Pontelagoscuro di Ferrara. Il tutto per la modicissima cifra di 150 euro.

 

    +39 0532 77 13 52            +39 347 777 94 16